Ciao Albert, qual’è la differenza?

La logica ti porta da A a B. L’immaginazione ti porta ovunque

GENESI – revisione del 4 luglio 2021.

Così come pubblicato, questo romanzo è una pietra lavorata per incidere sull’evoluzione del presente. Un caso originale di narrazione mutante e divertente nonostante lo spessore a tratti seriosi dei temi trattati. Da leggere e farne discussione con nonni, genitori e figli. Affrontare i conflitti aiuta a migliorare se stessi e chi vuoi bene.

Per carità la normalità no. La normalità è una media. Siamo tutti delle divergenze che non si possono mediare.“ – #ilterzolivello, 2021, pag.89

    SINOSSI – riassunto minimo

    A causa di una misteriosa convocazione da parte di un giovane maresciallo dei Carabinieri, Antonio Esposito si sveglia con un incubo da tempo non più ricorrente, è il conflitto padre figlio che ritorna, doloroso. La novità di una giornata diversa dal solito e i dubbi di una convocazione in una caserma militare, agitano nella mente del protagonista pensieri scombinati, del presente e del passato, riflessioni, domande e risposte che gli si accavallano nella mente durante il percorso che ha scelto per recarsi all’appuntamento con l’Arma. La passeggiata sul lungomare della sua città è breve ma gli fa percorre tutta l’esistenza, da bimbo a studente, come lavoratore e sindacalista, e come anomala spia del terzo livello: costruzione mentale del suo complotto interiore. In caserma, nell’incontro e scontro con il maresciallo Gradone, scoprirà un fatto incredibile che lo coinvolgerà suo malgrado ad affrontare la risoluzione del racconto che si svolgerà tra colpi di scena e strutture futuribili. Anche l’epilogo sarà una sorpresa.

    recensione di Nicola Nigro sul giornale IL SUD

    Il Terzo Livello è un romanzo fatto di legamenti e nodi di contrasto. È il racconto frenetico, serio e divertente di una esistenza misteriosa nella terribile pandemia 2020. A volte la realtà supera ogni fantasia. Sul blog c’è la GENESI, la confessione, la caduta e tanto altro…